Salute

Modi per affrontare l’ansia da tecnologia

Il XXI secolo è dominato dalla tecnologia. Tutto il nostro mondo può essere condensato in piccoli schermi che offrono servizi che vanno dall’informazione all’intrattenimento.

L’immagine di persone con il volto immerso nei loro telefoni è il segno distintivo della nostra generazione. Si può quindi affermare che siamo tutti coinvolti in questo mondo. Tuttavia, negli ultimi tempi la ricerca ha esaminato le implicazioni per la salute mentale della tecnologia, così come viene utilizzata oggi. È emerso che la nostra dipendenza dalla tecnologia può portare all’ansia. Prima di esaminare i modi per affrontarla, è importante capire che cos’è questa forma di ansia.

Che cos’è l’ansia da tecnologia?

Le associazioni psichiatriche occidentali non riconoscono formalmente il termine “ansia da tecnologia”, ma riflettono sulle conseguenze negative del suo utilizzo. In effetti, recenti ricerche hanno fatto luce sugli effetti della tecnologia in rapida evoluzione sull’uomo. E alcuni “sottoprodotti psicologici” della tecnologia sono

Bassa capacità di attenzione: La tecnologia ha portato a un’era di multitasking. Gli studi indicano che ciò porta a una riduzione della capacità di attenzione, alla depressione e all’ansia sociale.

Scarsa pazienza: Ci siamo abituati a risultati istantanei. Pertanto, i ritardi vengono ora accolti con frustrazione e rabbia.

Evitare l’interazione faccia a faccia: La tecnologia è diventata la modalità di comunicazione principale negli ultimi tempi e quindi la maggior parte di noi finisce per mandare messaggi a persone che potrebbero trovarsi nella stessa stanza.

Ossessione di “stare al passo”: Ogni giorno nuove informazioni inondano il web. E questo fa sì che la maggior parte delle persone fatichi a tenere il passo. L’incapacità di farlo può portare a preoccuparsi eccessivamente.

Tutti questi fattori rispecchiano i segnali di ansia riconosciuti da tutte le associazioni psichiatriche. Inoltre, la tecnologia potrebbe portare allo sviluppo di un senso distorto della realtà e alla depressione a causa di abusi o bullismo online. Tutti questi fattori indicano la necessità di trovare un modo per gestire l’ansia da tecnologia.

1. Spegnere il telefono di notte

Le ricerche indicano che la maggior parte delle persone è dipendente dal proprio telefono. Questo porta all’ansia quando si allontanano dal telefono anche solo per un po’. Questo, a sua volta, li porta a controllare il telefono di notte. Il controllo del telefono è diventato una causa comune di insonnia nella maggior parte delle persone.

Inoltre, si ritiene che la maggior parte delle persone dipendenti dai telefoni cellulari abbia una bassa autostima e scarse relazioni sociali. Questo li porta a voler essere costantemente in contatto con le persone attraverso i loro telefoni. La lontananza dal cellulare può causare ansia, irritabilità, disturbi del sonno, tremori, insonnia e problemi digestivi.

Perciò, se volete ridurre l’ansia che l’uso del cellulare provoca, spegnetelo prima di andare a dormire ogni giorno. In questo modo eviterete di prenderlo ogni volta che vi svegliate per andare in bagno o bere acqua.

2. Incontrarsi invece di mandare messaggi

L’interazione attraverso i social media può allontanarvi dallo sviluppo di relazioni al di fuori di uno schermo. Questo, a sua volta, può portare all’ansia sociale e alla necessità di mandare continuamente messaggi per tenersi in contatto.

Invece, uscite e incontrate le persone per avere conversazioni faccia a faccia. Questo vi aiuterà a diventare sensibili al linguaggio del corpo e ad altri segnali sociali.

3. Smettere di paragonarsi

I social media hanno portato molti di noi a misurare la propria autostima in base ai like e ai commenti. Questo ci porta a rimuginare sulle cose che abbiamo postato. La maggior parte di noi potrebbe addirittura tornare più volte sui propri post per controllare quanti like ha ottenuto.

Per affrontare l’ansia causata da questa situazione, la cosa più semplice (ma anche più difficile) da fare è smettere di paragonarsi agli altri. Ricordate a voi stessi che non esistono due persone uguali e che le risposte dei social media non possono giudicare il vostro valore.

4. Spegnere le notifiche

Alcuni studi affermano che gli smartphone aumentano la paura di perdersi, conosciuta con il termine “FOMO” dai millennial. Inoltre, controllare costantemente il telefono può portare a stress, minore produttività e ansia. Assicuratevi quindi di disattivare le notifiche per la maggior parte delle app. In questo modo eviterete di guardare il telefono ogni volta che suona.

L’ansia da tecnologia potrebbe non sembrare reale come altri disturbi mentali. Tuttavia, basta dare un’occhiata ai sintomi e sappiamo che la maggior parte di noi si riferisce ad almeno uno di essi. Anche se non è facile rinunciare alla nostra dipendenza dalla tecnologia da un giorno all’altro, incorporare i consigli di cui sopra nella nostra vita quotidiana è un buon inizio per ridurre l’ansia.